Percorsi Yoga e Danza

Percorsi Yoga e Danza

Percorsi Yoga

Lo Yoga è un’antica disciplina, un’arte millenaria basata su un sistema armonico di sviluppo del corpo, della mente e dello spirito di un ogni essere umano. Il significato stesso della parola Yoga, letteralmente, vuole dire “unione” e deriva dalla radice Sanscrita “yuj” indica l’unione fisica e spirituale di entità opposte. Corpo e mente, immobilità e movimento, maschile e femminile, sole e luna, sono questi alcuni degli opposti che la pratica dello Yoga è in grado di riunire, allo scopo ultimo di portare riconciliazione ed equilibrio tra essi. Di conseguenza ogni essere umano, praticando lo Yoga, contribuisce a questo equilibrio cosmico grazie al raggiungimento di un proprio stato armonico con l’ambiente circostante e un conseguente senso di pace e benessere interiori.

Chi si cimenta nella pratica dello yoga, principiante o esperto che sia, si mette a confronto con tutti gli aspetti che coinvolgono la propria persona. Attraverso i diversi elementi di tale disciplina, ogni singolo individuo evolve verso la consapevolezza del Sé in ogni sua parte. L’approccio più corretto è quello dato soprattutto dalla comprensione del significato delle azioni volte al miglioramento delle prestazioni. Ovvero, non bisogna preoccuparsi di raggiungere subito la performance ottimale, ma si deve perseguire l’obiettivo senza avere timore del fallimento, soffermandosi invece sul percorso, dato dall’impegno, che porta al perfezionamento.

La pratica costante e mantenuta nel tempo delle discipline yoga, consente l’approccio integrato del controllo mentale e fisico per giungere infine al benessere del corpo ed alla felicità dell’anima, con l’ottenimento della tranquillità interiore. Chiunque può praticare lo yoga, non esistono controindicazioni, né barriere di alcun tipo, si può praticare indipendentemente dall’età, dal sesso e dalle condizioni fisiche. Occorre semplicemente seguire alcune avvertenze, e dedicarsi ad una pratica consapevole e mirata, possibilmente con l’aiuto di un maestro o di una buona guida.

Lo Yoga si è evoluto nel corso di migliaia di anni per abbracciare una vasta gamma di stili e discipline, è un aiuto pratico, non è una religione o una setta. Questi diversi percorsi non si escludono a vicenda o in conflitto, ma sono destinati ad accogliere le varie inclinazioni, personalità e temperamenti dei singoli studenti, ma tutti hanno lo stesso obiettivo, una vita vissuta pienamente con saggezza ed armonia. Yoga è un semplice processo di inversione del normale flusso verso l’esterno di energia e coscienza, in modo che la mente diventi un centro dinamico di percezione diretta indipendente dai sensi capace di sperimentare realmente la Verità.

Questi diversi percorsi includono:

Hatha Yoga

L’Hatha Yoga o Via del Corpo è un sistema che si propone il dominio sul corpo al fine di assicurare il dominio sulla psiche. Hatha deriva da Ha-sole e Tha-luna. È quindi la pratica del riequilibrio della forza del sole e della luna, che passano attraverso la narice destra e sinistra. Educa il corpo attraverso asana (rette posizioni) e pranayama (“controllo” del respiro, o flusso vitale).

Karma Yoga

Karma yoga, che significa “il yoga dell’azione.” Questo percorso ci insegna a fare i nostri doveri nella vita abilmente e disinteressatamente, dedicando i risultati delle nostre azioni per l’umanità. Praticare questo aspetto dello yoga ci aiuta a vivere disinteressatamente e con successo nel mondo senza essere gravato o in difficoltà.

Bhakti Yoga

Il Bhakti Yoga o Via del cuore è lo yoga della devozione. L’affetto più elementare dell’uomo è l’amore per sé stesso e si manifesta come istinto di autoconservazione e ricerca della felicità; approfondendo questo si può dirigere l’energia di tale amore verso il Divino. Era molto diffuso nella civiltà Atlantidea, secondo le fonti. “Il Bhakti-yoga è una reale, genuina ricerca del Signore, una ricerca che inizia, continua e finisce nell’amore. Quando un uomo l’ottiene ama tutti, non odia nessuno; diviene soddisfatto per sempre. Questo amore non può essere ridotto ad alcun beneficio terreno, perché fino a che esistono desideri mondani, questo tipo di amore non si realizza.

ypgaJnana Yoga

Jnana Yoga o Via della conoscenza è la volontà di conoscere propria della mente umana. Rivolto a coloro che cercano intellettualmente la verità.

Yoga Tantrico

Lo Yoga Tantrico, orientato verso il culto di Shiva, maschile e Shakti, femminile, agisce attraverso pratiche che tendono a risvegliare kundalini (forza vitale alla base di ogni forma di vita) ed instaura un processo di espansione della coscienza. Mentre gli altri yoga predicano la rinuncia dei desideri, questo sostiene la necessità di un appagamento intelligente dei desideri naturali. Secondo questa Via, agire in questo modo, significa cooperare con la forza creativa dell’evoluzione.

Raja Yoga

Il Raja Yoga o Via della Volontà è lo yoga regale. È il re e la sintesi di tutti gli altri, compimento e culmine dello sviluppo umano. È la scienza della mente e della volontà diretta allo scopo. Si basa sugli ultimi tre punti di Patanjali: dharana, dhyana, samadhi. La meditazione è quindi il mezzo di trasformazione principale. Inizialmente, è molto importante la concentrazione sul sesto chakra (ajna, che si manifesta anche nel “terzo occhio”), poiché questo atto produce un vortice magnetico che attira l’energia kundalini, idealmente arrotolata alla base della colonna vertebrale. Una volta risvegliata, l’energia Kundalini Shakti (la sposa) risale lungo i canali preposti, attivando e purificando tutti i chakra e i nadi, fino a raggiungere il chakra alla sommità del capo Sahasrara, dove si riunirà con la coscienza Shiva (lo sposo), da questa riunione si consegue l’Illuminazione e la Beatitudine, la vera essenza dello yoga.

Shiva e Shakti costituiscono la contrapposizione dei principi costitutivi dell’universo; il primo è lo spirito, l’uomo cosmico (Purusha), la seconda è l’energia del mondo (Prakriti). L’intera manifestazione è il prodotto dell’energia che deriva dalla potenza della loro unione che genera beatitudine.

Mantra Yoga

Mantra yoga, che coinvolge la meditazione e l’uso di certi suoni chiamati “mantra”, che sono tradizionalmente trasmessi allo studente, e sono utilizzati come oggetti di concentrazione.

Kundalini Yoga

Kundal in sanscrito significa “il ricciolo dell’amato” e si rifà alla rappresentazione grafica dell’energia Kundalini (un serpente arrotolato tre volte su sé stesso che giace dormiente alla base della colonna vertebrale) mentre ini è la connotazione femminile di tale energia. Il Kundalini yoga si ripromette di lavorare su questa energia che, se opportunamente risvegliata e guidata, può donare all’uomo la piena realizzazione.

I benefici del Kundalini Yoga si riscontrano soprattutto ad un livello psico-fisico. Essendo uno yoga principalmente energetico, malgrado molte tecniche coinvolgano il fisico anche in maniera importante, l’enfasi non è posta sul corpo né sulla precisione delle posizioni. Queste infatti sono assunte per favorire la circolazione dell’energia o la stimolazione di precisi punti magnetici: il benessere, la scioltezza e la vigorosità del corpo sono, in qualche modo, un effetto secondario dell’influsso dell’energia ben stimolata.

In particolare i benefici che si ottengono sono:

  • a livello fisico: miglioramento del funzionamento del sistema cardiovascolare; rinvigorimento del sistema nervoso, digestivo, linfatico; bilanciamento del sistema ghiandolare.
  • a livello psichico: più equilibrio nelle emozioni, con conseguente maggiore lucidità nel prendere decisioni; aumento del sesto senso; diminuzioni dello stress e dell’ansia; risoluzione di conflitti interni anche molto profondi; miglioramento delle relazioni, anche di coppia.

Il maestro indiscusso del Kundalini yoga è Yogi Bhajan. Emigrato in America negli anni Sessanta per realizzare la sua visione di diffondere capillarmente il Kundalini yoga in Occidente, creò in America il Kundalini Research Institute, che ancora oggi funge da guida per gli insegnamenti del Kundalini yoga in tutto il mondo.